Cinture e Regole

 
         
 

            Regole alla base del judo

 
         
 
 
 

 
   
 

 

 
         
         
 

Arbitraggio

 
       L'arbitro si serve di gesti e parole per condurre il combattimento. I due judoka sono di fronte. Uno con la cintura rossa  ( secondo chiamato) e l'altro con la cintura bianca (primo chiamato). L'arbitro li invita a farsi  il saluto (Rei) e poi annuncerÓ a voce alta "Hajime" (Cominciate); quando vuole interrompere l'azione griderÓ "Matte" (aspettate); e per chiudere l'incontro dirÓ "Soremade" (finito). Etc.etc.  (fonte:www.judonline.it )  
     

 
         
     

 
         
     

 
         
     

 
         
     

 
         
         
             
 

Le cinture

 
      Le cinture in origine erano di colore bianca, marrone e nera, la nera comprende diversi gradi di pratica ed esperienza ( dal 1░ al 5░ dan) oltre la nera Ŕ prevista la cintura bianco-rossa (dal 6░ all'8░ dan) ancora oltre la cintura rossa ( 9░ e 10░ dan); in Europa per fini pedagogici ed educativi furono introdotte le cinture colorate, di recente anche bicolore da utilzzarsi nelle classi minori.

 Ad ogni cintura corrisponde un programma tecnico di conoscenza teorica e pratica e un determinato comportamento all'interno del tatami. Ovviamente l'atleta col grado pi¨ alto deve essere un esempio, un modello per gli atleti con grado minori, almeno questo Ŕ il concetto che sta alla base delle diverse cinture nel judo. (fonte: www.italiajudo.com)

 
         
 

 
         
 

Come si lega la cintura

 
       
       ( fonte: www.prai8.it)  
        3 diversi modi per allaciare la cintura clicca!